Integra Boost VS Boveda : conservare senza perdere l'aroma

Pubblicato il 26.03.2019
Integra Vs Boveda

Umidità ed Essicazione - la "CONCIA"

Coltivare richiede dedizione, esperienza e sopratutto lavoro, per non sprecare tutto il tempo e la fatica investite nell’aspettare la maturazione delle piante bisogna anche sapere come “conciare” (essiccare) la Cannabis appena raccolta, di solito mantenendo l’umidità al 60% per almeno due settimane.


Dopo la “concia” (o essiccazione) bisogna cercare di mantenere un’umidità costante del prodotto in modo tale da non rovinare il processo che ci ha portato ad avere un ottimo prodotto dopo tanto tempo e fatica, ed è qui che entrano in gioco queste magiche bustine.

A seconda di dove teniate il vostro prodotto finale, se in giare di vetro o sacchetti di plastica, ogni volta che aprite e chiudete, toglierete o aggiungerete umidità che andrà ad alterare lo stato finale che avevate raggiunto tramite la prima “concia”.
Sono da tempo sul mercato queste bustine per regolare l’umidità e renderla costante per conservare più a lungo il vostro “oro verde” senza rischiare di creare muffe oppure di seccare troppo rendendolo inutilizzabile.

 

Integra Boost VS Boveda

Da tempo in Italia si utilizzano le bustine BOVEDA ma solo negli ultimi anni si sono presentati sul mercato questa nuova azienda che si chiama INTEGRA proclamando di aver migliorato questa tecnologia.
Come si può leggere su vari Blog cannabici la lotta è aperta, e pare che INTEGRA stia riuscendo a migliorare un aspetto fondamentale nella conservazione della Cannabis: il mantenimento dell’aroma.

Ormai è stato provato dopo vari tentativi che le bustine INTEGRA risultano più longeve rispetto al loro competitor, garantendo un periodo più lungo di funzionalità, ma come è possibile che riescano a mantenere un’aroma migliore delle altre?
In pratica INTEGRA dice che le sue bustine non contengono sali, al contrario della concorrenza, ma sono a base di glicerina che non altera il gusto o l’odore del prodotto; a sua discolpa BOVEDA ammette che i terpeni vengono mantenuti all’interno del fiore e che si potrà sentirli una volta “sgrindata” la Cannabis (come si legge sul loro Instagram).

In questo modo INTEGRA si posiziona al primo posto nel mantenimento di tutte le qualità del fiore.
L’unica osservazione che possiamo riportare come si evince dai vari test è che INTEGRA impiega 1 giorno in più per raggiungere l’umidità costante, dato non di particolare importanza visto che parliamo di mantenere il prodotto per molti giorni, a volte anche mesi.

 

Conclusioni

Dopo tutte le prove effettuate da molti growers ed esperti del settore possiamo affermare che INTEGRA Boost approda sul mercato italiano con un prodotto competitivo se non addirittura superiore alla concorrenza sopratutto per il mantenimento dell’aroma, ovvero il punto fondamentale che serve ai negozianti per invogliare il cliente a scegliere una genetica rispetto ad un’altra.




Tradotto e riadattato da Leo Bizzarri