Tecniche di coltivazione SCROG

Pubblicato il 30.04.2019
Tecniche di coltivazione

SCROG, la tecnica di coltivazione indoor della cannabis

SCROG, abbreviazione di "screen of green", è una tecnica di coltivazione indoor della cannabis. Esistono molte tecniche diverse che aiutano i coltivatori indoor a massimizzare il loro spazio, ma lo SCROG è una delle più popolari.


COS'È LO SCROG?

SCROG è una tecnica di coltivazione che aiuta i produttori di cannabis indoor a massimizzare lo spazio a disposizione e ad aumentare il numero di gemme superiori, o cole, che producono le loro piante. Se lasci una singola pianta in un vaso a crescere senza SCROG, è probabile che svilupperà solo una cola centrale.
Con lo SCROG, invece, ogni ramo si sviluppa in una cola di dimensioni decenti. Questo garantisce alti rendimenti eliminando tutte le cime piccole che prima rimanevano lontano dalla luce e non potevano svilupparsi.

Fondamentalmente, per creare uno SCROG, i coltivatori posizionano uno schermo di plastica con buchi di 10/15 cm di lato, che assomiglia ad una grossa griglia metallica, circa 30cm sopra le piante (io consiglio di aspettare almeno 5 giorni dalla fioritura e posizionare lo schermo all’altezza della cima più alta).

Una volta che i rami di cannabis crescono attraverso lo schermo, i coltivatori li abituano a crescere verso l'esterno piuttosto che verso l'alto piegando i gambi e legandoli allo schermo.

Lo SCROG è solitamente combinato con un'altra tecnica chiamata topping. Topping è fondamentalmente tagliare le parti superiori delle piante di cannabis per promuovere la crescita verso l'esterno dei rami più bassi. Quando scrogghi le tue piante le stai aiutando a crescere coccolandole di più siccome i rami sentono l’appoggio e quindi sono spronati a produrre di più. Quindi, quando scrogghi, aiuti ad esporre ogni centimetro di quei rami alle luci.


SCROG VS. SOG

Il metodo SOG (sea of green) è un altro tipo di tecnica di coltivazione che porta alti rendimenti. In un certo senso, è l'esatto opposto di SCROG. SCROG usa poche piante e cerca di sviluppare tutti i rami della piante come se fossero le cole principali. SOG invece utilizza molte piante (da 30 a 40) e si concentra sullo sviluppo di una cola primaria.

Dopo che i cloni sono stati dati da 1 a 2 settimane in vegetativa, passano alla fioritura. Questo fa sì che i cloni entrino in overdrive. I loro gambi iniziano a ispessirsi e iniziano a produrre un unico, impressionante fiore.

La tecnica SOG è un po 'più veloce di SCROG. Il metodo SOG viene generalmente utilizzato da coltivatori professionisti che hanno bisogno di rese elevate molto rapidamente. SCROG è migliore per il coltivatore domestico medio, che vuole ottenere una tonnellata di prodotto da poche piante.

Mentre i sativas si adattano bene a SCROG, gli indici sono più adatti al metodo SOG. Le piante in SOG raggiungono raramente un'altezza superiore a 30 cm (30 pollici).

L'elevato numero di piante utilizzate nel metodo SOG rende anche maggiori problemi legali in alcune aree. Nella maggior parte degli stati legali, puoi crescere solo da 4 a 6 piante. Ciò rende SCROG un'opzione migliore per la maggior parte delle persone.

Nel complesso, è possibile ottenere un rendimento simile utilizzando entrambi i metodi.

cannabis tecniche coltivazione


PERCHÉ USARE IL METODO SCROG

Coltivare cannabis indoor può essere costoso perché le luci necessarie per promuovere la crescita usano molta energia. Ecco perché è stato inventato il metodo SCROG. Con il metodo SCROG, ogni sito in erba riceve la stessa quantità di luce, promuovendo molte cole di grandi dimensioni e utilizzando l'intera stanza di coltivazione in modo più efficiente. Inoltre, non ci sono piante più alte per gettare ombre su piante più corte, tutto è più o meno la stessa altezza.

Quattro piante che usano il metodo SCROG produrranno fiori di alta qualità più di quattro piante senza. Inoltre, tutte le gemme saranno cole di prima qualità. Non ci saranno mai gemme morbide sui rami inferiori che non maturano mai completamente.

Scrogging è utile anche per la coltivazione di sativa all'interno. La sativa, a differenza dell’Indica, sono piante alte e continuano a espandersi attraverso la fioritura. Anche se questo non è un problema all'aperto, è molto probabile che colpiranno il soffitto se vengono coltivati al chiuso. Ecco perché molti coltivatori indoor utilizzano uno schermo verde, per mantenere le sative basse e massimizzare i loro rendimenti interni e l'utilizzo della luce.

Un altro vantaggio di scrogging è che i coltivatori indoor possono portare le luci di crescita al livello più basso possibile. Questo è importante perché l'intensità della luce è uno degli aspetti più cruciali della coltivazione di erba all'interno. Allo stesso tempo, tuttavia, se alcune piante sono più alte di altre, portare le luci di crescita più basse non è un'opzione perché le piante più alte possono essere bruciate.

Con lo SCROG, bruciare piante più alte non sarà un problema perché sono tutte della stessa altezza. Basta essere sicuri che la tua grow room non superi i 25°C rischiando di bruciare le piante, ovviamente dipende anche dal grado di umidità (ma questo è un altro discorso che tratteremo più avanti).


Scritto da Michelle Janikian – Traduzione ed adattamento a cura di Leo Bizzarri

Ultimi articoli